Cena con il Produttore: Mastodonte

 

Del Frate Ristorante inaugura la nuova serie di eventi Chef Fabrizio Del Frate e Raffaele Rendina davanti all'ingresso del Ristorante. “Cena con il Produttore”: serate esclusive dedicate ai produttori di vino (e non solo) e alle loro eccellenze abbinate a menù pensati per esaltare ogni nota e aroma che si cela nel calice. Nella prima serata scopriamo Mastodonte, azienda vitivinicola nata nel 2018 tra Orvieto e Todi per volontà dell’enologo Raffaele Rendina e specializzata nella produzione di vino bianco. Una semplice (si fa per dire!) filosofia di produzione che si potrebbe riassumere così: “artigianalità sofistica”; se da una parte, infatti, la lavorazione dell’uva segue metodi più artigianali – come il controllo di ogni acino o la raccolta a mano dei grappoli-, dall’altra lo studio del terreno, del tipo d’uva e del suo trattamento e che condurrà poi alla trasformazione dell’uva in vino dimostra una notevole preparazione tecnica e una grande attenzione al dettaglio.

 

Il vino bianco secondo Mastodonte

 

La scelta di produrre solo vino bianco valorizzando la varietà Grechetto (Clone G109) è motivata dal desiderio di creare un prodotto d’eccellenza, spiega Rendina, in grado di “giocare la partita dei grandi vini bianchi” a livello mondiale. Un obiettivo mastodontico, ma non irraggiungibile per l’esperto enologo che ha da subito compreso il grande potenziale del vigneto, e ha voluto dare un’impronta inconfondibile a questa varietà di uva. Il risultato? Il Grechetto Umbria IGT “Vitependente” dalla notevole mineralità e dall’approccio esotico, in bocca la sensazione prevalente è di morbidezza e di voluminosità, mentre al naso si avverte la freschezza quasi pungente delle note di pompelmo e timo. Ciò che si sprigiona nel calice una volta aperta la bottiglia – provvista di tappo Stelvin – viene controbilanciato dai sapori ora più delicati, ora più decisi del menù ideato dallo Chef Fabrizio Del Frate. Dalla dolcezza della tartara di gamberi rossi, passando per il fusilloro con crema di cozze e per il baccalà Morro con cardoncelli, e chiudendo con la freschezza del semifreddo alla vaniglia, il percorso di degustazione è un susseguirsi di richiami ed esaltazioni per l’occhio, il naso e il palato.

 

Uno sguardo rivolto al futuro

 

Il progetto mastodontico non si esaurisce nell’annata del 2020, ma si estende in un ampio arco temporale, ma soprattutto spaziale; Rendina punta, infatti, ad accrescere la proposta di Degustazione del vino "Vitependente". Mastodonte: “Vitependente” si scinderà presto in “Vitelevante” e “Viteponente”, vini che prendono i nomi delle quali sono ispirati alla loro posizione e all’esposizione cui saranno soggetti i vigneti: saranno venduti insieme nello stesso cartone. Ancora una volta l’attenzione rivolta ai dettagli è ciò che distingue la visione di Rendina, il posizionamento e la cura nel coltivare l’uva che cresce ad inclinazioni differenti dà (e darà) luogo a differenti maturazioni determinando un’espressione piena e decisa del vino bianco dalla caratteristica ricchezza aromatica.

 

“Cena con il Produttore” si propone di ampliare le nostre conoscenze sul mondo dei vini (e non solo) invitandoci ad adottare – almeno per una sera – la prospettiva di chi, partendo da una semplice idea, dà vita ad un prodotto d’eccellenza.

 

Le serate “Cena con il Produttore” sono appena cominciate… Non perdetevele! Seguiteci sulla nostra pagina Facebook ed Instagram per le ultime novità.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la Privacy policy & cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.